Ti trovi qui:Blog>Parliamo di..>I Risuonatori di Helmholtz

I Risuonatori di Helmholtz

23 Dic 2013 Commenta per primo! 3435
Vota questo articolo
(0 Voti)
I Risuonatori di Helmholtz

Chi non ha mai provato a soffiare dentro il collo di una bottiglia per sentirne il 'fischio' che produce? Tutti noi siamo a conoscenza di questo fenomeno, ma ne ignoriamo il meccanismo. La prima cosa da sapere, è che il suono che viene riprodotto nella bottiglia è dovuto alla Risonanza di Helmholtz.

Cosa sono i risuonatori di Helmholtz?

Con questo nome si definiscono delle concavità risonanti acustiche inventate da Hermann von Helmholtz per studiare le varie percezioni del suono. Sono dei recipienti metallici sferici di varie dimensioni, con una lieve apertura alla sommità di un collo ristretto.

Come funzionano?

immettendo dell’aria al suo interno, si generano delle onde stazionarie in risonanza con la frequenza variante a seconda della sua dimensione.  Il suo funzionamento è simile a quello di un amplificatore selettivo in un ristretto intervallo di frequenze.

Hermann von Helmholtz

La scomposizione e la codificazione di un suono.

Tramite questi strumenti è possibile scomporre un suono complesso nelle sue singole componenti pure. La risposta del risuonatore sarà proporzionale all’intensità della frequenza di appartenenza del suono studiato. Un metodo artigianale che effettua un’analisi di Fourrier in tempo reale. Per Helmholtz era uno accurato studio della percezione sonora dell’udito umano. L’orecchio codifica l’informazione sonora delle componenti armoniche di differenti frequenze che vanno ad impegnare differenti posizioni interne della coclea. Tale principio del risonatore si ritrova negli strumenti a corda.  Anzi spesso ne determina la resa acustica.

Come il subwoofer

Subwoofer

Anche lo stesso Subwoofer se la risonanza venisse convogliata in una cassa di legno può favorire la diffusione delle basse frequenze. Al di sotto degli 80 hrz se non vi fosse risonanza, diminuirebbe la risoluzione del suono. In alternativa si bisognerebbero usare dei trucchi di illusione acustica.

La funzione dell'aria

Quindi l’aria contenuta nel recipiente è priva di inerzia ma con rilevante elasticità. Quella che si insinua nel collo è munita di inerzia, ma con elasticità irrilevante. Quindi l’aria nel recipiente è immobile, mentre all’interno del collo si muove liberamente e non ha variazioni di volume. Maggiore è il volume della sfera e minore sarà la costanza di elasticità dell’aria. L’aria del collo è la massa di elasticità, ed il movimento dell’aria incrementa se l’ampiezza del collo aumenta. (Sia in entrata che in uscita). In sintesi in base al loro volume e dimensione del collo, possono riprodurre le reazioni che avvengono all’interno di determinati strumenti musicali.

Mr.Silence “ L’Acustica ha una storia affascinante”

Autore

Mr Silence

Mr Silence

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

LAntirumore S.R.L.S.

Sede amministrativa (no magazzino)
Via delle Rande, 7 - 00122 Roma

P.Iva e C.Fisc: 14113911003
REA: RM 1498028

Richiesta info nella nostra pagina Contatti

info@lantirumore.it

+39 389.251.0883 - +39 329.85.12.685 - +39 392.23.16.142(Servizio telefonico sospeso fino al 9 novembre. Ci scusiamo per il disagio.

INSTALLAZIONI SU ROMA, CONTATTACI !

Su Roma e Provincia eseguiamo lavori di isolamento acustico e trattamenti fonoassorbenti per locali. Per preventivi o sopralluoghi, contattaci al +39 389 251 0883 o inviaci una richiesta tramite il form.

Inviaci la richiesta e verrai ricontattato in breve tempo. Hai visto i nostri interventi? Visita la galleria dei nostri lavori.