Ti trovi qui:Blog>Normativa>Inquinamento Acustico: Guida alle Normative

Inquinamento Acustico: Guida alle Normative

21 Mar 2014 Commenta per primo! 1221
Vota questo articolo
(1 Voto)
Inquinamento Acustico e le disposizioni normative

In questo articolo parlerò della normativa a tutela dell'inquinamento acustico. In futuro, cercherò di effettuare degli articoli che siano un escursus regionale, visto che la legge quadro di riferimento 447/95 ed il Dpcm 14/11/97 definiscono i parametri per la suddivisione delle zonizzazioni territoriali e i parametri di emissione  e immissione sonore delle sorgenti.

Il quadro normativo.

In Italia il problema dell'inquinamento acustico è stato affrontato la prima volta nel nel 1991 con il DPCM 1/3/91. Ma solo con la legge quadro di riferimento 447/95 (Legge quadro sull’inquinamento acustico) ed il DPCM 14/11/97 si definiscono i parametri per la suddivisione delle zonizzazioni territoriali ed i parametri di emissione ed immissione sonore delle sorgenti. Quindi si stabiliscono delle zone dove l'impatto acustico è diverso a seconda della loro funzione di utilizzo. Il DPCM 14/11/97 suddivide in categorie di abitazioni e i limiti di isolamento che esse devono garantire (isolamento acustico dall'esterno, isolamento acustico dalle partizioni e isolamento da calpestio). Queste norme di riferimento, successivamente, dispongono che siano le regioni a far si che vengano applicate e che definiscano le competenze e gli organi di controllo.

Alcune definizioni della legge quadro.

La definizione di inquinamento acustico nella legge quadro 447/95 è la seguente: “l’introduzione di rumore nell’ambiente abitativo e nell’ambiente esterno tale da provocare fastidio o disturbo al riposo ed alle attività umane, pericolo per la salute umana, deterioramento degli ecosistemi dei beni materiali, dei monumenti, dell’ambiente abitativo o dell’ambiente esterno o tale da interferire con le legittime fruizioni degli ambienti stessi”. 

legge

Oltre ad essere la prima legge che definisce la figura del tecnico acustico e dei suoi compiti, trovano altresì molta importanza altre definizioni presenti nella legge all'art.2, punto 1, rispettivamente nelle lettere:

  • b) ambiente abitativo: ogni ambiente interno ad un edificio destinato alla permanenza di persone o di comunità ed utilizzato per le diverse attività umane, ecc.
  • e) valori limite di emissione: il valore massimo di rumore che può essere emesso da una sorgente sonora, misurato in prossimità della sorgente stessa.
  • f) valori limite di immissione: il valore massimo di rumore che può essere immesso da una o più sorgenti sonore nell'ambiente abitativo o nell'ambiente esterno, misurato in prossimità dei ricettori.
  • g) valori di attenzione: il valore di rumore che segnala la presenza di un potenziale rischio per la salute umana o per l'ambiente.
  • h) valori di qualità: i valori di rumore da conseguire nel breve, nel medio e nel lungo periodo con le tecnologie e le metodiche di risanamento disponibili, per realizzare gli obiettivi di tutela previsti dalla presente legge.

Sotto una tabella con i valori limite assoluti di emissione, immissione e qualità

valori limite rumorisita ambientale

 

rumorisita ambientale regioni

Quindi lo stato definisce indirizzo e coordinamento normativo, mentre alle regioni è stabilito il compito di promulgare le leggi che osservino l'indirizzo definito (come fatto ad esempio dalla regione Lazio con la legge nr 18/2001). Tra le varie cose, dovranno determinare come deve essere redatta una pratica di impatto acustico e l'organizzazione del controllo che verifichi l'applicazione delle norme. (Ad Es L'Agenzia Regionale Per L'Ambiente). L'art.10 della stessa legge definisce infine quali sono le sanzioni amministrative ed il meccanismo che devolverà l'incasso ai Comuni. Perciò la Regione disporrà dei mezzi tecnici, mentre al comune spetterà il ruolo sanzionatorio e di riscossione.

Nei prossimi articoli continuerò a parlare dell'articolazione normativa, perchè è fondamentale per lo sviluppo di un'edilizia biosostenibile, che comporti il pieno godimento degli immobili. Noi siamo certi che l'isolamento acustico sia fondamentale per definire un ambiente abitativo vivibile.

Autore

Mr Silence

Mr Silence

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

INSTALLAZIONI SU ROMA, CONTATTACI !

Su Roma e Provincia eseguiamo lavori di isolamento acustico e trattamenti fonoassorbenti per locali. Per preventivi o sopralluoghi, contattaci al +39 389 251 0883 o inviaci una richiesta tramite il form.

Inviaci la richiesta e verrai ricontattato in breve tempo. Hai visto i nostri interventi? Visita la galleria dei nostri lavori.