Un ristorante Messicano esempio di Fonoassorbenza Hi-Tech

04 Dic 2013 1 commento 1764
Vota questo articolo
(7 Voti)
Un ristorante Messicano esempio di Fonoassorbenza Hi-Tech

Sono molti i ristoratori che per ovviare al frastuono delle sale effettuano interventi di correzione acustica ad hoc nei propri locali, a testimonianza di quanto piccole correzioni, come l'installazione di pannelli fonoassorbenti possa migliorare il comfort acustico. Ma c'è chi quel riverbero non lo sopporta proprio e decide di affidarsi alla "fonoassorbenza Hi-Tech", come il proprietario di un ristorante messicano…

Ristoranti: perché usare pannelli fonoassorbenti?

Spesso nei ristoranti non si parla, si urla. In locali in cui l'acustica della sala non è stata curata in fase di progettazione o non è stata corretta nel tempo, il frastuono che si genera induce ad alzare la voce per parlare, incrementandolo ulteriormente. Ne consegue che conversare diventa sempre più difficile ed il rimbombo rende il pasto un incubo. Anche la musica in questi casi diventa un fattore ostacolante costringendoci ad urlare per farci ascoltare. Si genera un vero e proprio caos acustico. Ecco perché molti ristoratori sono ricorsi ai ripari installando pannelli fonoassorbenti nelle proprie sale e risolvendo, quindi, definitivamente questo fastidioso problema.

Riverbero: una perdita economica e non solo.

Ma è solamente il “fastidio" il motivo per il quale affidarsi alla fonoassorbenza? La risposta è NO! Sono diversi gli aspetti da considerare, come ad esempio quello economico: in uno scenario simile a quello descritto in precedenza, un cliente potrebbe decidere di non tornare più, come svela il sondaggio condotto da Zagat (vedi ultimo paragrafo). Lo stress acustico incide nettamente anche sul rendimento del personale di sala che impegna più energie per prendere le ordinazioni e dialogare con la clientela. Senza dimenticare l’insorgere di tutte quelle patologie da rumore che, come spiegato in un precedente articolo, possono causare defezioni di personale e lunghe assenze per motivi di malattia. La combinazione di questi fattori determina la buona gestione di un’ attività di ristorazione e, se non corrette, possono portare a delle perdite economiche da non sottovalutare. Ma oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante! Ecco un esempio...

noise

Il sistema fonoassorbente Meyer Sound

Il sistema Meyer Sound è uno “shake" tra materiali fonoassorbenti, 123 microfoni, altoparlanti e processori digitali che prende il nome di Meyer Costellation System: un programma che acquisisce i suoni e li riproduce nella migliore qualità possibile e che il ristorante messicano "Comal" di Bekerley ha deciso di utilizzare. Il proprietario del locale può regolare il rumore delle sale a distanza, anche semplicemente mediante un I-Pad! Con pochi 'click' le zone più rumorose vengono regolate per rendere le conversazioni naturali, come se avvenissero in luoghi più tranquilli.

Soluzione acustica ed estetica

Ingegnose le soluzioni estetiche e di design, adottate per ricoprire tutti gli ausili tecnologici che correggono l’acustica della sala. Sono stati scelti materiali come il fiberglass, jeans a tele particolari, riproposti su materiali fonoassorbenti di alta tecnologia sviluppata da Meyer. L’unica nota dolente è il prezzo: un’operazione del genere comporta un investimento tra i 10 – 100 mila dollari! Occorrerà attendere un sensibile decremento dei costi per apprezzarne la diffusione anche nei ristoranti nostrani.

Lo studio Zagat

L’inchiesta condotta da Zagat presso diversi consumatori ha evidenziato la crescita delle lamentele di un numero sempre maggiore di clienti. Il livello di rumorosità di locali pubblici e ristoranti è un aspetto troppo poco dibattuto e che, però, determina, al pari della qualità del cibo, il gradimento della clientela, al punto che i risultati dello studio indicano il rumore come il secondo fattore deterrente.

In conclusione, dunque, pur non spendendo cifre proibitive come quelle di un sistema fonoassorbente hi-tech come il Meyer, sono tanti gli accorgimenti di gran lunga più economici cui ricorrere per ottimizzare la fonoassorbenza di un locale. LAntirumore.it offre una vasta gamma di soluzioni per tutte le tasche a garanzia di un comfort acustico mai sentito prima!

Autore

Mr Silence

Mr Silence

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

1 commento

  • luciano luciano Giovedì, 05 Dicembre 2013 10:31

    comunque è vero io ho lavorato per anni come cameriere in un locale dove l'acustica era pessima e dovevamo strillare tutta la sera per farci sentire e tornavo regolarmente a casa con il mal di testa

    Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

LAntirumore S.R.L.S.

Sede amministrativa (no magazzino)
Via delle Rande, 7 - 00122 Roma

P.Iva e C.Fisc: 14113911003
REA: RM 1498028

Richiesta info nella nostra pagina Contatti

info@lantirumore.it

+39 389.251.0883 - +39 329.85.12.685 - +39 392.23.16.142(Servizio telefonico sospeso fino al 9 novembre. Ci scusiamo per il disagio.

INSTALLAZIONI SU ROMA, CONTATTACI !

Su Roma e Provincia eseguiamo lavori di isolamento acustico e trattamenti fonoassorbenti per locali. Per preventivi o sopralluoghi, contattaci al +39 389 251 0883 o inviaci una richiesta tramite il form.

Inviaci la richiesta e verrai ricontattato in breve tempo. Hai visto i nostri interventi? Visita la galleria dei nostri lavori.