Ti trovi qui:Blog>Parliamo di..>La principale criticità di un intervento di isolamento acustico: Il Ponte Acustico

La principale criticità di un intervento di isolamento acustico: Il Ponte Acustico

07 Gen 2014 Commenta per primo! 1928
Vota questo articolo
(6 Voti)
Il ponte acustico: nemico dell'isolamento

La difficoltà maggiore di un intervento di insonorizzazione è la sua posa in opera. Dei piccoli errori di esecuzione possono determinare ponti acustici e ponti termici che ne abbassano l’efficacia. Soprattutto oggi che le nuove costruzioni mirano al conseguimento della classe A energetica e alla classe I Acustica. Per questo motivo la progettazione e la posa in opera devono essere svolte con estrema attenzione.

L'solamento acustico e una progettazione dettagliata.

Nei precedenti articoli ti ho parlato come le nuove tecnologie costruttive possano essere efficienti nell’isolamento acustico. Sono soluzioni che possono farti raggiungere un risparmio energetico ed un comfort abitativo rilevante. La progettazione acustica deve essere minuziosa e altrettanto lo deve essere la posa in opera dei materiali. Dei banali errori di esecuzione, possono vanificare l'efficacia di tutto l'intervento, per la formazione di ponti acustici e\o ponti termici. Prima di entrare nello specifico di questi due fenomeni, vediamo da cosa ci vogliamo proteggere.

I rumori: facciamo la lista.

La legge prevede che ci siano delle performance minime di isolamento acustico che le superfici delle abitazioni dovrebbero garantire. Ricordiamo che la classificazione potrebbe essere revisionata, ma soprattutto determina parte del valore economico dell'immobile, come abbiamo spiegato un un recente articolo. Detto ciò, vediamo quali sono i rumori su cui si dovrebbe intervenire e che potrebbero riguardare anche la tua abitazione:

  • rumori aerei: provenienti dalle altre abitazioni (unità immobiliari dislocate nelle vicinanze) e dall’esterno;
  • rumori da calpestio: che sono prodotti dall'inquilino sopra (percuotimento strutturale);
  • rumori prodotti da impianti tecnologici: ad utilizzo discontinuo e non (Es. ascensore).
FERMASOUNDART.3 accoppiato isolante acustico

Misuriamo il rumore.

I parametri che sintetizzano le prestazioni di un’abitazione sono i seguenti:

  • D2mntw: rappresenta l’isolamento della facciata. Quindi l’impedimento dai suoni esterni;
  • Rw:  è l’indice di isolamento apparente tra unità abitative confinanti;
  • L'nw:  è l’indice del livello da rumore da calpestio (dal solaio);
  • LASmax:  è livello da rumore da impianti ad utilizzo discontinuo;
  • LAeq:  è livello da rumore da impianti ad utilizzo continuo.

Il ponte acustico.

I ponti acustici sono delle "autostrade" che i rumori percorrono per passare in ambienti diversi. Queste vie consentono al suono di oltrepassare le pareti e i solai che separano l’abitazione dall’esterno o da un immobile confinante. Un ponte acustico non è anche un ponte termico e viceversa: sono poche le situazioni in cui coincidono. Entrambi vanno evitati in una casa ben costruita, per evitarli è necessaria sia una buona progettazione che un'ottima posa in opera. Ma nel dettaglio, quali sono le situazioni più comuni di ponti acustici a cui prestare attenzione?

I serramenti.

finestre serramenti

Nelle facciate le debolezze acustiche sono rappresentate dalle finestre, prese d’aria e cassonetti. Sono i ponti acustici più diffusi. Se una parete non avesse serramenti, sarebbe più semplice misurarne il potere di isolamento. Il serramento è un bel ponte acustico. Non si può sottovalutare la sua scelta in un contesto progettuale (esistono delle ottime finestre isolanti). Fondamentale è l’operazione di sigillatura tra l’opera muraria ed il serramento, perchè un’installazione approssimativa, produce ponti acustici difficilmente sanabili. I criteri di installazione sono stabiliti dalla normativa UNI11296.

Pareti e tramezzi.

Per quanto riguarda i rumori tra unità abitative, troviamo ponti acustici che sono stimabili e non. Abbiamo nella prima categoria la trasmissione da fiancheggiamento ossia il rumore che attraversa le pareti divisorie propagandosi mediante le strutture di contorno. Utilizzando degli specifici software si possono calcolare queste trasmissioni laterali. Meno calcolabili sono gli errori di posa in opera. Ad esempio, i giunti verticali dovrebbero dividere anche il controsoffitto di due ambienti, devono risultare incastonati all’interno del controsoffitto, mentre molto spesso partono al di sotto. Altre debolezze acustiche sono rappresentate da tracce di impianti e scatole elettriche.

Rumori da calpestio.

Per evitare i rumori da calpestio bisogna separare il pavimento dal solaio ed inserire dei materiali isolanti elastici. Separare inoltre il pavimento da qualsiasi struttura rigida, per evitare quelle vibrazioni da "battimento", che recano fastidio. E’ opportuno non trascurare alcun contatto, perché può pregiudicarne il risultato. Farsi inviare degli schemi di installazione da chi fornnisce il materiale, sarebbe una ottima cosa da fare (noi inviamo lo schema di installazione i nostri prodotti a catalogo, abbiamo .

PAVIPIUSLIM anticalpestio

La tecnologia.

Anche gli impianti tecnologici causano delle vibrazioni che si propagano in rumore fastidioso. In questo caso bisogna interrompere il suono con un incapsulamento di materiale elastico che deve ammortizzare le vibrazioni generate al momento che si aziona l'impianto (Es.caldaia condominiale). Quindi pianificare un intervento isolante acustico dovrebbe prevedere un’appropriata soluzione tecnica e la massima attenzione della sua realizzazione. Deve evitare la costituzione dei ponti acustici. Mr. Silence “Chiedici degli schemi di installazione. Bisogna condividere le conoscenze e non esserne gelosi”

Autore

Mr Silence

Mr Silence

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

INSTALLAZIONI SU ROMA, CONTATTACI !

Su Roma e Provincia eseguiamo lavori di isolamento acustico e trattamenti fonoassorbenti per locali. Per preventivi o sopralluoghi, contattaci al +39 389 251 0883 o inviaci una richiesta tramite il form.

Inviaci la richiesta e verrai ricontattato in breve tempo. Hai visto i nostri interventi? Visita la galleria dei nostri lavori.